Cibo di strada e street art, un binomio vincente: a Cesena un super weekend da oltre 80mila visitatori

Diecimila accessi il venerdì, ventiquattromila il sabato, quarantacinquemila la domenica. Si chiude con oltre 80.000 presenze l’undicesima edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada, che Confesercenti Cesenate organizza dal 2000 in collaborazione con Slow Food Cesena, e con il contributo del Comune di Cesena, della Regione Emilia-Romagna e della Camera di Commercio della Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, e quest’anno affiancata dal debutto dello Street Art Festival. Un risultato di assoluto rilievo, a dispetto del maltempo che, nelle prime due giornate, ha in parte rallentato l’afflusso, mentre nella giornata di domenica, con il ritorno del bel tempo, il centro storico di Cesena è stato letteralmente invaso da mattina a sera.

"Questi grandi numeri - rilevano il sindaco Paolo Lucchi, l’assessore alla Cultura e Turismo Christian Castorri e l’assessore allo Sviluppo Economico Lorenzo Zammarchi - attestano il successo della manifestazione e il gradimento del pubblico anche per le novità introdotte quest’anno, con l’organizzazione dello Street Art Festival. La combinazione delle due piazze principali di Cesena animate da eventi diversi, ma strettamente collegati, ha dimostrato di funzionare, favorendo il continuo via vai  lungo la passeggiata di collegamento dall’una all’altra, e contribuendo ad animare l’intero centro storico. E senza dubbio la nuova formula ha contribuito anche a rafforzare la già alta capacità attrattiva del Festival del Cibo di strada, che anche quest’anno ha richiamato migliaia di persone da fuori, confermandosi una grande vetrina per la nostra città. E ci piace rimarcare come tutto sia andato per il meglio, anche sotto il profilo della pulizia e della gestione dei rifiuti. Perciò desideriamo ringraziare sia Conesercenti, sia tutti i cittadini per lo sforzo compiuto di mantenere pulita e in ordine le aree della manifestazione, restituendo una una grande immagine di civiltà a Cesena".

"Abbiamo fortemente voluto - rimarcano dal canto loro il presidente di Conferecenti Cesenate Cesare Soldati e il direttore Graziano Gozi - sperimentare l’inserimento di ingredienti nuovi e stimolanti in una ricetta già ben collaudata e l’intuizione si è rivelata vincente. Dopo questi tre giorni, possiamo dire che il Festival del Cibo di Strada si è confermato il più rilevante evento di Cesena e dopo 18 anni resta ancora il più originale, importante ed apprezzato appuntamento di questo tipo in Italia, nonostante il proliferare di iniziative analoghe e di tentativi di imitazione". Tantissimi i visitatori provenienti da ogni parte d’Italia che hanno affollato gli stand, assistito agli spettacoli e frequentato il mercato ambulante straordinario domenicale. Molto apprezzato lo Street Art Festival, che ha caratterizzato questa edizione e per questo si ringraziano la direzione artistica e collaborazione con le Associazioni cesenati Aidoru e MicaPoco, United for Busking, Flavio Quadrini, Corte Zavattini 31 e Romagna in Fiore. Il lavoro svolto dall’artista Gola Hundun in Piazza della Libertà ha visto l’attiva partecipazione di numerosi bambini e in seguito alla richiesta di diverse insegnanti delle scuole elementari, le installazioni rimarranno visibili per tutta la settimana.

Tante le attività commerciali aperte, in particolare la domenica pomeriggio e buoni riscontri anche dagli operatori del mercato ambulante. Un fine settimana di festa per tutta la città, con commenti entusiasti da parte di tantissimi avventori. Il Festival, con il 2018, ha assunto una nuova fisionomia e gli organizzatori fanno sapere  che già dalle prossime settimane si inizierà a programmare l’edizione del 2019.