Archivio News

SERATA SLOW FOOD "TERRA MADRE" CON MARINO NIOLA

UNA SERATA SLOW FOOD “TERRA MADRE” ALLA TRATTORIA "DA ELENA", A MERCATO SARACENO (FC). MARINO NIOLA PRESENTA IL SUO ULTIMO LIBRO "NON TUTTO FA BRODO" Questo l'appuntamento di giovedì sera 6 dicembre con una serata di Slow Food - Cesena "Terra Madre" con Marino Niola. Non mancheranno cibi di strada come Piadina e Crescioncini fritti e cotti sulla teglia, alle erbe, alla zucca e patate! Appuntamento gastronomico e culturale di rilievo giovedì sera 6 dicembre, alle ore 20, presso la Trattoria Da Elena, a Montecastello di Mercato Saraceno. Slow Food Cesena, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Mercato Saraceno, la Confesercenti Cesenate e l’Associazione

GRAZIE PER AVERCI MANGIATO!

GRANDE SUCCESSO DEL 7° FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CIBO DI STRADA "Più di un grande successo per la settima edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada. Difficile stimare con precisione le presenze dei visitatori nelle tre giornate del Festival svoltosi il 5, 6 e 7 ottobre a Cesena ma riteniamo di aver superato i 90.000 visitatori. La stagione mite ha favorito il notevole afflusso alla manifestazione, seguito con attenzione dalle maggiori testate giornalistiche e televisive nazionali. Numerosissimi i turisti che hanno scelto di soggiornare a Cesena nel fine settimana: poco meno di 200 i camper nell’area ippodromo ed alberghi quasi esauriti in tutta la città. Dell’affluenza oltre le aspettative

TABOULÈ - Marrakech | Marocco

Si svolgerà oggi pomeriggio alle 17.30 l'ultima OFFICINA GASTRONOMICA con Vittorio Castellani aka Chef KUMALÉ. L'approfondimento sarà sul TABOULÉ, un'insalata fredda di cous cous e verdure. Frutto dell’intreccio della tradizione berbera con quella francese e Medio Orientale, il taboulé è un’insalata fredda di cous cous, che sostituisce il bulghur con la semola di grano duro, per trasformarsi da antipasto mezzè della cucina siro-libanese a piatto della cucina di strada oggi servito nei chioschi di piazza Djemaa El Fna a Marrakech.

IL KURDISTAN CON IL FALAFEL

Il Piacere del Gusto Rubrica di sabato 6 ottobre 2012 Continua oggi e domani 7 ottobre, nel centro storico di Cesena, in piazza della Libertà, il 7° Festival Internazionale del Cibo di Strada, organizzato da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena e Conservatoire des Cuisine Méditerranéennes. Al Festival è presente anche il Kurdistan iracheno, con Kirkuk Kaffé. La cucina Kurda è di grande qualità e si distingue per la varieta' dei piatti, spesso a base di ingredienti come verdura, carne e pesce, accompagnati da spezie. Quasi ogni provincia o regione ha la sua specialità del kebab. L'agnello è la carne di base della cucina kurda. I piatti di carne piu' famosi sono

BASEFOOD: incontri sul Progetto Europeo

Si è svolto questa mattina, dopo lo STREET FOOD SEMINAR di ieri, un altro incontro nell'ambito del Progetto Europeo BASEFOOD. Ore 10,30 - “Gli alimenti tradizionali dei paesi del Mar Nero” • L. Filippo D’Antuono - Il Progetto dell’Unione Europea “Basefood”, coordinato dall’Università di Bologna, sede di Cesena • Cibi di strada e cibi tradizionali nel bacino del Mar Nero  • Contributi dei partner del progetto “Basefood” da Romania, Bulgaria, Ucraina, Russia, Turchia e Georgia.

Festival ai nastri di partenza!

Ormai tutto è pronto per il 7° Festival Internazionale del Cibo di Strada che si terrà nel centro storico di Cesena (in piazza della Libertà), da venerdì 5 a domenica 7 ottobre 2012. Orari: venerdì dalle 19 alle 24, sabato dalle 12 fino a Notte, domenica 7 ottobre dalle 12 alle 22. L’accesso all’area del Festival è libero, senza biglietto di ingresso. Oltre al sito info disponibili sulla pagina ufficiale Facebook www.facebook.com/festivalcibodistrada E per gli amanti di Twitter o Instagram utilizzate l'hashtag ufficiale #festivalcibodistrada! Dopo lo straordinario successo delle edizioni precedenti il Festival biennale, organizzato da Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena e

IL VENEZUELA CON LE AREPAS

Il Piacere del Gusto Rubrica di venerdì 5 ottobre 2012     Al Festival sarà presente anche il Venezuela. La gastronomia venezuelana è molto varia e ricca: sulla costa abbondano il pesce, i crostacei e i frutti di mare, nell’interno sono più diffuse la carne bovina e di maiale e le verdure, mentre in Amazzonia ci si ciba prevalentemente di cacciagione. I piatti sono preparati sia in maniera semplice, ad esempio arrosto o in umido con contorno di patate, riso, frittelle o fagioli, che in maniera più elaborata. Ottima la produzione di frutta tropicale, che spesso è alla base di gustosissimi frullati e spremute, come la papaia, l’avocado, il mango, l’ananas e le banane,

SI DICE TACOS E BURRITOS, SI LEGGE MESSICO

Il Piacere del Gusto Rubrica di giovedì 4 ottobre 2012      Al Festival sarà presente anche il Messico. La cucina del Messico, come quella di tutto il Centro America continentale, è derivata dall'incontro dei prodotti del nuovo mondo con quelli del vecchio mondo, dall'antica cucina Maya con quella dei conquistadores spagnoli. A questa base si sono poi aggiunti i prodotti provenienti dall'Africa e da tutte le migrazioni che hanno investito le Americhe. Pollame, pesce, mais, pomodori, peperoni e peperoncini, fagioli, cipolle, frutta tropicale questi sono gli ingredienti principali della cucina messicana; una cucina straordinariamente robusta e straordinariamente saporita. Il fondamento

PRONTI PER LA CARNE ARGENTINA?

Il Piacere del Gusto Rubrica di mercoledì 3 ottobre 2012 Al Festival sarà presente anche l’Argentina. I tratti distintivi della cucina argentina in relazione ad altri paesi dell'America latina sono i piatti tipici della dieta mediterranea. La cucina argentina tradizionale è fondata essenzialmente sulla carne e sulla farina di frumento. La grande varietà di popoli immigrati in Argentina alla fine del secolo scorso si riflette sulla cucina del paese, la più simile a quella europea fra tutte quelle del Sud America in quanto variegata e influenzata da quella italiana, tedesca, ucraina, indiana e asiatica. I piatti principali sono a base di pesce, sulla costa, e di carne nell’interno: per l’estensione

ALLA CORTE DEL SOL...

Eco-Festa con laboratori per bambini, ristoro e natura alla corte dei Malatesta Venerdì 5 - sabato 6 ottobre dalle 16,00 alle 22,00 La corte della Rocca malatestiana diverrà un Eco Castello, luogo ideale dove lasciare il tuo bambino, in compagnia di personale qualificato e attività divertenti e istruttive. Si arriva in PIEDIBUS Alle ore 16,00 e alle ore 19,00, dal cancello del parco della Rimembranza in viale Mazzoni partiranno due piedibus per la Rocca, guidati da educatori esperti, i bambini verranno accompagnati fino alla corte dei Malatesta, dove troveranno tante animazioni e laboratori ad attenderli. Si mangia con un Bio-Pic-Nic Merenda: Nel turno dalle 16,00 alle 19,00 è compresa una merenda Biologica a PIC-NIC. Costo:

ARRIVA LA TORTA FRITTA DI PARMA

Il Piacere del Gusto Rubrica di martedì 2 ottobre 2012 Al Festival sarà presente anche l’Emilia, con Parma (Gastronomia Mozzo). La regione Emilia Romagna, con le sue tantissime ricette tipiche, può vantare un’offerta enogastronomica tutta da gustare e assaporare. Ogni città e provincia ha una sua specialità e vanta una vasta gamma di prodotti tipici Dop, riconosciuti a livello nazionale e internazionale, come l’aceto, il Culatello, il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma. Grande è la varietà dei salumi che contraddistingue la tradizione emiliana. Fiore all’occhiello di questa parte della regione è senza dubbio il prosciutto crudo di Parma, a marchio Dop,

LA ROMANIA, CON MICI, SNITEL E CARPATI

Il Piacere del Gusto Rubrica di lunedì 1 ottobre 2012 Al Festival sarà presente anche la Romania. La cucina della Romania è veramente tra le più gustose, e offre sapori molto intensi. E' normale che sia così, perché i prodotti del paese vengono ancora coltivati con cura e in modo naturale, come si faceva una volta. Molto diffuse sono le minestre, come la Ciorbe e le Bors,solitamente mangiate calde, che vengono preparate con patate, fagioli e carne di pollo o vitello più altri legumi. Tra i piatti tipici, troviamo la mamaliga, che somiglia molto alla polenta.  La bevanda tipica è la zuica, acquavite che viene estratta dalle prugne.. Ottimi anche i vini romeni, che provengono dalle

IL PERÙ, CON EMPANADAS E PAPAS A LA HUANCAYNA

Il Piacere del Gusto Rubrica di Domenica 30 settembre 2012 Al Festival sarà presente anche il Perù con Reyna Ramos. Si dice che Lima sia la capitale gastronomica di tutta l'America, dato che in quella città convergono i migliori sapori del Perù. In effetti, l'antica cucina coloniale peruviana acquisisce la sintesi di cucina pre-ispanica con quella spagnola, con le sue sfumature di cucina africana e moresca viene rinnovata agli inizi dei secoli XIX e XX per opera e invenzione degli immigranti italiani, cinesi e giapponesi, che resero la cucina peruviana più moderna e leggera. Troviamo un'arte culinaria originale ma non propriamente etnica, con favolosi piatti che non hanno nulla da invidiare alle

LA RUSSIA, CON SHASLYK, BLINY E PLOV

Il Piacere del Gusto Rubrica di giovedì 27 settembre 2012 Al Festival sarà presente anche La Russia. La cucina russa nasce sotto l’influenza delle varie culture, etnie e religioni presenti nel vasto territorio, e ha inglobato una grossa quantità di pietanze dalle varie nazionalità. Di conseguenza, pietanze, ricette e abitudini alimentari cambiano notevolmente con la geografia. La bevanda russa per eccellenza è il the, che di solito viene preparato nell'apposito bollitore (il samovar) e, ovviamente, la vodka. Tra i piatti tipici a base di carne troviamo i Shaslyk, ricetta di origine georgiana: si tratta di spiedini di carne marinata, originariamente a base di agnello (in una certa misura di maiale

LA CUCINA INDIANA

Il Piacere del Gusto Rubrica di mercoledì 26 settembre 2012 Al Festival sarà presente anche l’India. La cucina indiana ha origini antichissime ed è una combinazione di modi di cucinare di diverse etnie. Il risultato che ne deriva è un'arte che varia in virtù della religione, della ricchezza, del gusto e soprattutto del clima. Dal nord provengono i famosi piatti di carne tandoori, mentre sono originari del sud i curries più piccanti e speziati. La cucina indiana è molto flessibile ed ognuno può, secondo il proprio gusto, renderla più o meno speziata. È buona regola preparare il curry con alcune ore di anticipo o addirittura il giorno prima in modo che le spezie abbiano

IL LAMPREDOTTO E LA TRIPPA DI FIRENZE

Il Piacere del Gusto Rubrica di martedì 25 settembre 2012 Al Festival sarà presente anche Firenze con il Trippaio di Gavinana (Silvia Sbrana e Leonardo Torrini). Cronisti d’epoca danno notizia della lavorazione della trippa a Firenze già a partire dal XIV° secolo. Considerati storicamente come “sottoprodotti” della macellazione delle carni bovine (al punto da essere definiti “quinto quarto” bovino) e come cibo da destinare ai poveri la Trippa, il Lampredotto e la Budellina rappresentano in realtà una delle più antiche ed apprezzate tradizioni gastronomiche del capoluogo toscano. Nel più antico quartiere di Firenze – San Frediano – erano infatti insediati

CANNOLI E PANI CÀ MEUSA DA PALERMO

Il Piacere del Gusto Rubrica di giovedì 20 settembre 2012      Al Festival sarà presente Palermo con l’Antica Focacceria San Francesco. Verrà proposto il classico pani ca’ meusa, lo sfincione, l’arancina di riso, il cannolo e tante altre prelibatezze. Le origini del pani ca’ meusa sembrano risalire agli arabi che, per nutrire le popolazioni del tempo, usavano confezionare la cosiddetta “guastedda” o focaccia. Aggiungendo alla “guastedda” una farcitura di carne e del limone spremuto si arriva, appunto, al “pani ca meusa”,  di cui esistono peraltro due differenti versioni: una versione cosiddetta “al limone” in cui la farcia

GYROS PITA E SOUVLAKI DALLA GRECIA

Il Piacere del Gusto Rubrica di mercoledì 19 settembre 2012 Al Festival sarà presente anche la Grecia, con Nicos Kleftodimos, dell’Estiatorio To-Steki. La cucina greca è plurisecolare e primeggia nell’arte culinaria sia in tradizione che in qualità. Ha più di venticinque secoli di esistenza. Quando in Europa si ignoravano i rudimenti della cucina, tranne la carne arrostita, in Grecia si sapevano già mescolare diversi ingredienti e spezie, così da rendere le vivande saporose e grate al palato. Dai tempi di Alessandro Magno in poi, la cucina greca divenne un’arte vera e propria. E’ in Grecia che sono apparsi i primi cuochi di mestiere generosamente retribuiti dai ricchi

PISSALADIERE, E TIELLE SETOISE

Il Piacere del Gusto Rubrica di lunedì 17 settembre 2012    Al Festival sarà presente anche la Provenza francese con la delegazione del Conservatoire du Grand Sud. La cucina provenzale si differenzia in maniera abbastanza netta da quella del resto della Francia. La concomitante presenza del Mediterraneo e delle montagne hanno infatti dato luogo ad una gastronomia in cui i profumi delle spezie e dei frutti di mare si mescolano a quelli del latte e dei formaggi caprini. Una gastronomia in cui l’aglio e l’olio d’oliva sono il motivo ricorrente e della quale le numerose “erbe di Provenza” rappresentano lo spirito.  In un certo senso potremmo affermare che la gastronomia provenzale

IL MAROCCO CON IL COUS COUS

Il Piacere del Gusto Rubrica di domenica 16 settembre 2012  La cucina tipica del Marocco è una cucina golosa e raffinata insieme, frutto di un’antica tradizione, che si esprime in piatti di lunga preparazione e dal profumo invitante. Contrariamente a quanto si può pensare non è una cucina dal gusto piccante: le spezie sono sapientemente dosate in ogni piatto con un effetto di grande armoniosità. Conosciuta come la prima cucina araba, la gastronomia marocchina comprende una serie di piatti e ricette che variano a seconda della regione del paese. Rimangono comunque alcuni capisaldi per l’intero Marocco come il piatto nazionale, il cous cous, naturalmente, le tajines, e la ricchissima e dolcissima pasticceria. 

MANGIAMACCHERONI E VERA PIZZA NAPOLETANA

Il Piacere del Gusto Rubrica di sabato 15 settembre 2012    Al Festival sarà presente anche Napoli e la Campania con il mangiamaccheroni, di Timpani e Tempura dei F.lli Tubelli, e con la Vera Pizza napoletana (per questa edizione a cura della Associazione Margherita Regina, di Napoli).  Fino al ‘700, tutti i tipi di pasta vengono genericamente definiti “maccheroni” fino a che i napoletani – divenuti nel frattempo “mangiamaccheroni” per definizione – si appropriano del termine e lo usano quasi esclusivamente  per identificare le paste lunghe trafilate.  Dagli inizi dell’ottocento i “maccheroni” rientrano nell’alimentazione quotidiana della

Proposta pacchetti a CESENA 5-6-7 ottobre 2012

Il primo weekend di ottobre, Cesena diverta ancora più attrattiva offrendo ai suoi visitatori eventi, gastronomia, arte, cultura e intrattenimenti davvero interessanti. Questa proposta prevede: sistemazione in HOTEL 3 e 4 STELLE - CAMERA SINGOLA 1 notte da €. 50,00 - 2 notti da €. 90,00 - CAMERA DOPPIA 1 notte da €. 75,00 - 2 notti da €. 140,00 I prezzi si intendono a camera e includono:  - pernottamento e prima colazione nell’hotel della categoria prescelta - visita di sabato 6 ottobre* (tutto il giorno) con un'esperta guida del territorio alla Basilica di  Santa Maria del Monte di Cesena, agli antichi borghi di Longiano, Roncofreddo e Monteleone - tutti gli ingressi ai musei - kit di benvenuto

VII Raduno Camper "Cesena Città Malatestiana"

Il VII Raduno Camper "Cesena Città Malatestiana" si terrà il 5 – 6 – 7 ottobre 2012 dentro l’Ippodromo del Savio di Cesena (ingresso viale della Resistenza, intersezione con via Gramsci), un grande spazio illuminato e dotato di servizi, dove si trova anche l’area di scarico, adiacente alla fermata bus per il centro storico (che dista solo 800 metri). Coordinate GPS 44.08.34 - 12.13.54. Durante quel week end, nel centro storico, si svolgerà il Festival Internazionale del Cibo di Strada, una manifestazione nata a Cesena nel 2000 che ha riscontrato fin da subito uno straordinario successo affermatosi a livello internazionale come l'unico festival europeo dedicato a questo particolare filone

GRANDE SUCCESSO DEL 6° FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CIBO DI STRADA - comunicato stampa 04.10.10

Grande successo per la sesta edizione del Festival Internazionale del Cibo di Strada. Difficile stimare le presenze dei visitatori nelle tre giornate del 6° Festival Internazionale del Cibo di Strada, svoltosi nelle giornate dell’ 1, 2 e 3 ottobre 2010 a Cesena che ha beneficiato della buona stagione e di temperature miti, ma sicuramente l’impressione era di un flusso maggiore di persone rispetto alle precedenti edizioni. Una manifestazione che rafforza quindi il successo ottenuto negli anni antecedenti e si attesta come il vero e proprio evento che mette la città di Cesena all’attenzione nazionale anche per i servizi realizzati dalle maggiori testate giornalistiche e televisive nazionali. Tra gli altri, hanno parlato